I Conservatori e Riformisti: «Parte la sfida ai selfie di Renzi»

Il Gazzettino, p. 13

CORTINA D’AMPEZZO - Dai Conservatori e Riformisti parte la sfida agli slogan e ai selfie di Renzi.

Erano in più di 700 al meeting del movimento lanciato da Raffaele Fitto e concluso ieri a Cortina d’Ampezzo. «Un’alternativa a Renzi è possibile: confrontiamoci con Salvini e altre forze del centrodestra e creiamo un movimento democratico e coerente senza slogan e selfie», ha detto Fitto. Soddisfatti Remo Sernagiotto e Leonardo Padrin, gli organizzatori dell’evento e "anima veneta" dei Conservatori e Riformisti. Il prossimo passo sarà la Convenzione Blu, l’assemblea costituente dei Conservatori e Riformisti che si terrà a Roma con l’obiettivo di sensibilizzare i 13 milioni di elettori orfani del Centrodestra. L’intento dell’iniziativa è quello di creare e coinvolgere una base nella definizione delle linee guida del gruppo a partire dalle primarie, sul modello americano. «Il 5 e 6 novembre a Roma – spiega Fitto - stabiliremo le regole del nostro movimento indispensabili per sviluppare un programma condiviso. Spesa pubblica, immigrazione, fiscalità, futuro dei giovani: questi sono solo alcuni dei temi su cui apriremo il dibattito. I punti di partenza sono una netta opposizione al governo Renzi e il nostro no al referendum costituzionale. Su questo stiamo lavorando con altre forze politiche: il nuovo Centrodestra deve combattere l’improvvisazione e la vacuità di chi oggi sta portando l’Italia alla rovina. Non si governa con slogan e selfie»