POTREBBE ESSERE PADRIN IL CANDIDATO DEI “FITTIANI”

Il Mattino di Padova, p.

I “Conservatori e riformisti” presenteranno una loro lista e un proprio candidato sindaco per le prossime elezioni comunali. Nessuna partecipazione ai tavoli della “Coalizione civica”, un sostegno incondizionato all’ex sindaco leghista Massimo Bitonci. Questa la scelta fatta dai “fittiani” di Padova che hanno aderito al partito fondato poco più di un anno fa proprio dall’europarlamentare Raffaele Fitto, dopo la scissione da Forza Italia. Sullo sfondo ci sono le imminenti elezioni del consiglio provinciale, ma soprattutto la tornata amministrativa per eleggere il nuovo sindaco. A rappresentare il partito di Fitto a Padova sono soprattutto l’ex forzista Leonardo Padrin e Roberto Cruciato, decaduto da consigliere comunale di maggioranza dopo il collasso della giunta leghista a cui è rimasto fedele fino all’ultimo giorno. Nelle scorse settimane però era circolata la voce che anche loro stessero negoziando con i civici per allearsi contro Bitonci, ma in realtà nel giro di alcune settimane proprio Padrin e Cruciato potrebbero ufficializzare la loro lista e il loro candidato sindaco (che potrebbe anche essere uno dei due). In questi giorni i “fittiani” stanno incontrando alcuni professionisti per definire le eventuali candidature in lista, e arrivare alle elezioni con profili di alto livello da proporre ai padovani come futuri amministratori. Resta da stabilire cosa faranno in caso di ballottaggio. Se dovessero arrivarci Bitonci e un candidato di centrosinistra o del Movimento Cinque Stelle, i “fittiani” potrebbero comunque virare dall’altra parte, avendo quasi esaurito la fiducia non tanto nei confronti dell’ex sindaco leghista, ma della sua squadra, considerata troppo carente. (l.p.)